Commissione – Violenza assistita

Presentazione della Commissione sulla violenza assistita

L’obiettivo della Commissione è la revisione del Documento Cismai “Requisiti minimi nei casi di violenza assistita da maltrattamento sulle madri” del 2005 e nasce dalla necessità di riattualizzare le linee guida alla luce della letteratura nazionale e internazionale e di prendere in considerazione realtà drammatiche, sempre più frequenti, come quelle vissute dai figli che assistono all’omicidio delle madri, per offrire strumenti efficaci nella riparazione dei bambini e delle bambine che assistono alla violenza sulle loro madri.

E’ necessario focalizzare di nuovo l’attenzione su una forma di violenza ancora oggi sottostimata  e minimizzata nonostante l’ultima e unica ricerca epidemiologica in Italia (Cismai- Terre des Homme, 2015) abbia evidenziato come la violenza assistita sia la seconda forma di maltrattamento su bambini e ragazzi (19%). Il Consiglio Direttivo ha incaricato come esperti per la revisione del documento: la dott.ssa Roberta Luberti, la dott.ssa Fanny Marchese, la dott.ssa Petra Filistrucchi, la dott.ssa Maria Pia Vigilante e la dott.ssa Dora Artiaco e la dott.ssa Anna Costanza Baldry. Ha individuato, inoltre, la dott.ssa Gloria Soavi come Referente del Consiglio Direttivo nel progetto.

La commissione si può avvalere di esperti esterni e delle collaborazioni di soci e Centri, sia in fase di stesura che di validazione, che riterrà più opportune. Una prima bozza verrà sottoposta ai soci in modo che possano suggerire integrazioni ed approfondimenti.

La Commissione ha valutato l’opportunità di affiancare alla revisione del documento una ricerca sul campo interessando i Centri/Servizi Soci Cismai che possono dare un contributo prezioso partendo dalle esperienze in atto ed ha selezionato un primo elenco dei Centri/Servizi che hanno maturato un’esperienza consolidata di intervento su questa tematica. Lo scopo della ricerca intende favorire lo studio del fenomeno della violenza assistita, nella percezione degli operatori e degli interventi messi in atto a favore dei bambini e ragazzi vittime di violenza assistita, sia ospiti in alcune realtà di Centri e Case di accoglienza associate al Cismai, sia nei Centri e Servizi che si occupano della loro presa in carico, selezionate in base alle caratteristiche richieste. Per la realizzazione della ricerca il Cismai ha stipulato una collaborazione, in via di perfezionamento, con il Centro Interdipartimentale di Ricerca sulla Vittimologia e sulla Sicurezza (C.I.R.Vi.S.), dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, e individuato una ricercatrice che ha sviluppato un’esperienza sul tema per la somministrazione di un questionario ad hoc da sottoporre ai Centri individuati o che si vorranno candidare per portare il loro contributo.