0

Dare vita ad azioni comuni per la promozione, la protezione dei diritti e la partecipazione dei bambini e degli adolescenti, attraverso la realizzazione di percorsi, iniziative, studi, ricerche, attività di formazione e informazione: è l’obiettivo del protocollo d’intesa siglato tra l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza e la Croce rossa italiana.

Il documento, presentato il 2 aprile scorso a Roma, prevede, fra l’altro, la realizzazione di iniziative e progetti di intervento rivolti ai minori, la diffusione della cultura del volontariato e della solidarietà verso gli altri attraverso una comunicazione idonea e adeguata al mondo giovanile, la realizzazione di campagne di comunicazione e di sensibilizzazione e di progetti formativi.

“La capacità di fare rete è ancora ciò che può fare la differenza, in un momento di crisi profonda come quella che stiamo vivendo. Il protocollo siglato oggi va in questa direzione: mettere insieme l’esperienza e il voler fare con la rete capillare sul territorio”, ha spiegato il Garante all’inizio del suo intervento in occasione della presentazione del 2 aprile.

Il protocollo, inoltre, istituisce un Tavolo permanente composto da rappresentanti designati dalla Croce rossa italiana e dall’Authority, che avrà, fra i suoi compiti, quelli di monitorare il raggiungimento degli obiettivi individuati nel documento, promuovere incontri di confronto e di coordinamento tra gli operatori delle due istituzioni e favorire lo scambio delle buone pratiche, delle analisi e dei risultati conseguiti.

Leggi l’articolo originale