Congresso internazionale

Nov

24

Time: No time set
Location: Centro Congressi Fast - Piazzale Morandi, 2 Milano

“Violenza e Dialogo.

Esperienze di dialogo sulla violenza: culture, istituzioni, generi e generazioni”

 

La violenza, secondo le definizioni correnti e nelle sue svariate forme e luoghi, è l’uso della forza per imporre la propria volontà contro quella dell’altro. Il dialogo è la capacità di stare in ascolto e di tollerare le premesse opposte alle proprie nella ricerca di soluzioni plurali.

“L’etica del dialogo si contrappone all’etica della potenza. Comprensione contro sopraffazione. Rispetto dell’altro come soggetto contro l’abbassamento dell’altro ad oggetto” (Bobbio, N., 1989).

In collaborazione con colleghi di HESTAFTA e col patrocinio di EFTA CIM, la SIRTS (Società Italiana di Ricerca e Terapia Sistemica ), partendo da queste premesse, intende promuovere un confronto tra operatori del lavoro di cura che si trovano nelle loro attività quotidiane a trattare relazioni violente all’interno dei sistemi umani, ma anche, in modo forse meno evidente, a sperimentare contesti coercitivi nelle stesse istituzioni dedicate alla cura e all’assistenza. Il Congresso vuole approfondire il tema Violenza e Dialogo in tutte le sue declinazioni e rappresenta una sfida alle potenzialità dell’approccio sistemico che trova il proprio specifico terapeutico nella ricerca del dialogo, che sia l’Open Dialogue di Seikkula o la riattivazione di una circolarità di punti di vista in una terapia familiare, o, ancora, la restituzione di Voce e soggettività ad un paziente che subisce o che agisce violenza.

Il congresso è destinato a: psicologi, psicoterapeuti, assistenti sociali, avvocati, mediatori familiari, educatori, Counselor, MMG, psichiatri, studenti e allievi di percorsi di formazione alla relazione di aiuto.

Verranno richiesti i crediti FCOS per gli assistenti sociali i crediti ECM per le figure di Psicologo, Psicoterapeuta, Medico generale, Geriatra, Medico di cure palliative, Neurologo, Neuropsichiatra, Infermiere, Educatore professionale.