Screen Shot 2016-04-16 at 09.11.30

“Per violenza assistita intrafamiliare si intende l’esperire da parte del bambino/a qualsiasi forma di maltrattamento compiuto attraverso atti di violenza fisica, verbale, psicologica, sessuale ed economica su figure di riferimento o su altre figure affettivamente significative adulte o minori. Il bambino può farne esperienza direttamente (quando essa avviene nel suo campo percettivo), indirettamente (quando il minore è a conoscenza della violenza), e/o percependone gli effetti” (Requisiti Minimi degli interventi nei casi di violenza assistita da maltrattamento sulle madri, CISMAI).

Partendo dall’analisi del Documento di cui si riporta sopra la definizione di violenza assistita, documento redatto dalla Commissione Scientifica del CISMAI ed approvato dal Direttivo e dall’Assemblea dei Soci, si esamina il fenomeno della violenza assistita da maltrattamento sulla madre nei suoi aspetti qualitativi e quantitativi, anche in relazione al fenomeno della trasmissione intergenerazionale dei comportamenti violenti – in particolare nei futuri rapporti di coppia e familiari delle piccole vittime, una volta diventate adolescenti ed adulte. Vengono quindi trattati quindi i diversi e possibili evoluzioni sintomatologiche , a partire dall’esperienza clinica e dai dati di ricerca, e le linee guida relative alla rilevazione, alla protezione, al trattamento delle vittime adulte e minori , alla valutazione della recuperabilità e alla riparazione della relazione genitori- figli.

Sede dei lavori: Sala Conferenze “Angolo di Paradiso” presso la Villa Comunale di Acireale.

Apertura dei lavori: Luigi Raciti

Referente CISMAI della Regione Sicilia

9.15 Registrazione dei partecipanti

9.30 Saluto delle Autorità:

Ing. Roberto Barbagallo, Sindaco di Acireale

Dott.ssa Maria Francesca Pricoco, Presidente del

Tribunale per i Minorenni di Catania

Dott.ssa Marisa Scavo, Procuratore Aggiunto della

Repubblica, Catania

9.45 Le principali tappe verso il riconoscimento

e la definizione del fenomeno

10.30 Cenni sul Disturbo post traumatico complesso e DSM V.

Disturbo post traumatico dello sviluppo

11.15 Coffee Break

11.30 Presentazione del Documento del CISMAI

Coordinamento Italiano dei Servizi contro

il Maltrattamento e l’ Abuso all’ Infanzia

12.15 Danno alla genitorialità.

Fattori di rischio e di protezione

13.00 Pausa pranzo

14.00 Disturbi dell’attaccamento, disturbi dissociativi,

disturbi di personalità

14.30 Violenza assistita e maltrattamento diretto sui figli

(trascuratezza, maltrattamento psicologico, fisico,

abuso sessuale)

15.00 Effetti a medio e lungo termine: bullismo, violenza

tra adolescenti, violenza intrafamiliare

15.30 Pericolosità e rischio di letalità

16.00 Percorsi di rilevazione, valutazione, protezione e cura.

Le linee guida.

16.30 Discussione con i partecipanti e Conclusioni

Verifica ECM e chiusura

INFO: Tel 011/5069037

segreteria@cismai.org

www.cismai.

 

 

NEGLI ALLEGATI TROVATE TUTTE LE INFORMAZIONI RELATIVE A QUESTA E ALLE ALTRE DUE GIORNATE DI APPROFONDIMENTO CISMAI