Conferenza nazionale Progetto europeo “Risposta Coordinata all’abuso e al maltrattamento sul minore tramite un set minimo di dati”

I dati sui maltrattamenti e le violenze sessuali su bambini e adolescenti aiutano il lavoro degli operatori che devono prevenire, tutelare e proteggere? Noi pensiamo di sì,  per questo abbiamo organizzato una Conferenza di riflessione sull’esperienza italiana e internazionale, che servirà anche a restituire  i risultati del lavoro di confronto e sintesi realizzato nell’ambito del Progetto europeo “Risposta Coordinata all’abuso e al maltrattamento sul minore tramite un set minimo di dati”.
Il progetto ha riunito esperti di 8 paesi europei e un panel di 20 esperti internazionali  per cercare di arrivare a definire un set minimo di dati capace di garantire  la sorveglianza del fenomeno ed elementi di riflessione sulle pratiche di lavoro.

La Conferenza si terrà il giorno 26 maggio p. v. dalle ore 8.30 alle ore 14.30 nel Salone Brunelleschi presso l’Istituto degli Innocenti Piazza SS. Annunziata 12 Firenze.

La partecipazione è a numero chiuso e prevede un numero massimo di 100 partecipanti, vi preghiamo quindi di comunicarci al più presto la vostra presenza al mio indirizzo:

bortolotto@minori.it

Da tempo l’Istituto degli Innocenti è impegnato sul fronte del monitoraggio della condizione dell’infanzia e dell’adolescenza a livello nazionale ed europeo, e in questo ambito un’attenzione particolare è stata dedicata al fenomeno della violenza ai danni di bambini e adolescenti.

La raccolta sistematica dei dati è un obiettivo che vede impegnati attori istituzionali e ONG (in Italia importante è il lavoro del CISMAI e di Terres des Hommes), e nella prospettiva europea tale impegno pone con forza  problemi riferiti alla comparabilità dei dati e ad una omogena e condivisa lettura e interpretazione degli eventi. Dopo il lavoro di indirizzo che prese forma nel coordinamento della stesura delle  “Guidelines on Data Collection and Monitoring Systems on Child Abuse” per la Rete degli Osservatori europei ChildOnEurope, l’Istituto degli Innocenti ha proseguito nell’attività di raccolta sperimentale dei dati  e di confronto sulle pratiche in essere a livello internazionale.

Da questa attività scaturisce nel 2013  la partecipazione al Progetto europeo “Coordinated Response to CAN via MDS”, promosso dall’Institute for Child Health di Atene insieme all’Agenzia governativa Kind en Gezin (Child and Family) Belgio; l’Università South-West University “Neofit Rilski”, Faculty of Public Health and Sports, Bulgaria; l’Università di Ulm, Department of Child and Adolescent Psychiatry-Psychotherapy Germania; l’ente governativo francese del National Observatory for Children in danger (ONED)- Francia; l’Università Babes-Bolyai, Department of Social Work- Romania, la past Presidente dell’ISPCAN Jenny Gray; l’Università di Losanna.

Obiettivo del progetto è quello di costruire una base scientifica, sviluppare strumenti e sinergie per creare un sistema nazionale di monitoraggio e un minimo data set per la rilevazione del fenomeno dell’abuso e del maltrattamento sui minori. Il progetto intende offrire una base anche per la rilevazione di quei casi che non coinvolgono direttamente le forze dell’ordine e/o la magistratura, ma che arrivano ai servizi sanitari, sociali, educativi direttamente. La mancanza di una definizione operativa del fenomeno e la mancanza di una prassi di rilevazione comune impediscono infatti di confrontare i dati non solo a livello locale e nazionale ma anche internazionale.

Il programma definitivo vi verrà inviato al più presto, nel frattempo vi segnaliamo che i relatori della giornata saranno:
– George Nikolaidis (Director, Department of Mental Health and Social Welfare Center for the Study and Prevention of Child Abuse and Neglect Institute of Child Health Greece);
– Andrea Bollini (Direttore Centro studi sociali sull’infanzia e l’adolescenza);
– Teresa Bertotti (Professoressa presso Dipartimento di sociologia e ricerca sociale  –  Università di Milano Bicocca);
– Nadia Giannattasio (Responsabile ufficio minori – Questura Firenze);
– Maria Elisa Antonioli (Direttore Equipe specialistica  interprovinciale i Girasoli – Azienda U. L. S. S. N. 16 Padova);
– Elisabetta Renieri (Esperto legale, Firenze);
– Lorella Baggiani (Responsabile tutela dei minori, consumatori e utenti, politiche di genere – Regione Toscana).

Data e ora

Data inizio

26/05/2015
08:30

Data fine

26/05/2015
Luogo
Condividi