Curare le famiglie: metodi e strumenti per il sostegno alla genitorialità vulnerabile

Dic

14

Time: 08,30-18,30
Location: Centro Studi Sociali sull’Infanzia e l’Adolescenza “don Silvio De Annuntiis” Scerne di Pineto (Teramo)

14 e 15 dicembre 2017

Il contesto socio-culturale odierno, nella complessità dei mutamenti che manifesta in più ambiti, sembra fornire un terreno fertile per rendere il nucleo familiare una realtà particolarmente fragile rispetto al passato.

Essere genitori oggi risulta infatti un compito maggiormente articolato, messo costantemente alla prova da situazioni di vulnerabilità esterna e da dinamiche intergenerazionali delicate che minano le fondamenta del rapporto genitori-figli.

In questi ultimi anni si è infatti assistito ad un aumento di richiesta di aiuto per la presa in carico dei minori, che spesso non sono altro che portatori manifesti di sintomi che raccontano invece una fatica che appartiene all’intero nucleo familiare.

Da questa maggiore consapevolezza la comunità scientifica si interroga sulla necessità di intervenire in modo globale e sistemico prima di tutto sugli adulti di riferimento. L’intervento sui genitori, risulta infatti un prezioso strumento per la prevenzione primaria, per l’accelerazione di processi di cura che riguardano tutti i membri della famiglia, e per il superamento di situazioni critiche al fine di un miglioramento della qualità della vita. Sembra quindi sempre più opportuno e proficuo promuovere azioni di sostegno, formazione, sensibilizzazione rivolte ai genitori, al fine di potenziare e supportare le loro capacità educative anche in contesti di vulnerabilità e fragilità socio-psichica.

Il Convegno si propone quindi di essere occasione di confronto e condivisione di risorse e buone pratiche che a livello nazionale stanno maturando attraverso l’esperienza attiva di interventi per famiglie in situazione di difficoltà. Momento di riflessione che coinvolge tutti quegli operatori che direttamente  o trasversalmente sono chiamati nel quotidiano a portare il loro contributo professionale nell’ambito di sistemi famiglia segnati da fragilità e problematicità di diverso tipo. A tal proposito il convegno è suddiviso in due giornate formative, articolate in quattro sessioni tematiche, prevedendo durante la prima giornata cinque sessioni parallele di approfondimento.

Destinatari: psicologi, psicoterapeuti, educatori, assistenti sociali, psichiatri, medici, pedagogisti, insegnanti, logopedisti, terapisti della riabilitazione, neuropsichiatri infantili, pediatri.

 

Per maggiori informazioni e iscrizioni: http://www.ibambini.it/site/formazione/corsi/detail/77