How Plausible are the Accounts of Child Victims of Sexual Abuse? Journal of Child Sexual Abuse, 2021

Nella continua ricerca nel campo dell’abuso sessuale all’infanzia è recentemente stato pubblicato, a firma di un gruppo di autori italiani, tra cui nostri soci, un articolo che mette a fuoco un aspetto particolarmente controverso.

L’articolo citato (Longobardi C., Malacrea M., Giulini P., Settanni M., Fabris M.A. (2021) How Plausible are the Accounts of Child Victims of Sexual Abuse? A Study of Bizarre and Unusual Scripts Reported by Children, Journal Of Child Sexual Abuse, Ahead-Of-Print, 1-20) parte dalla constatazione che nei racconti delle piccole vittime di abuso sessuale non raramente emergono suggestioni di attività con dettagli perversi, sadici, bizzarri, apparentemente inusuali e che tuttavia tendono a ricorrere nelle narrazioni di vittime differenti. È innegabile che la presenza di tali elementi incida sulla credibilità dei bambini e che la valutazione delle dichiarazioni dei bambini che contengono questa tipologia di elementi sia una sfida in campo clinico e legale.  Questo nodo potrebbe quindi condizionare la complessiva valutazione della credibilità del bambino e le conseguenze sull’intervento di protezione e perfino di cura possono essere significative.

SCARICA UNA SINTESI DELL’ARTICOLO

Per garantirti un esperienza migliore del nostro sito web utilizziamo i cookie. Per maggiori dettagli o per gestire il consenso clicca qui.