REQUISITI MINIMI DEGLI INTERVENTI PER LA PRESA IN CARICO DELLE VITTIME E DEGLI AUTORI DI CYBERBULLISMO.

Componenti Commissione: Maria Grazia Foschino Barbaro e Gloria Soavi, Elena Buccoliero, Marvita Goffredo, Annalisa Guarini, Olivia Pagano, Paolo Russo

Il documento si riferisce a bambini e bambine, ragazzi e ragazze, ma per non appesantire la lettura del testo viene utilizzai termini quali ragazzi o minorenni.

  1. PREMESSA E INTENTI
  2. DEFINIZIONE
  3. NORMATIVE, RESPONSABILITA’ E RISARCIMENTO
  4. L’INTERVENTO
    A. PREVENZIONE, SENSIBILIZZAZIONE E FORMAZIONE
    B. RILEVAZIONE
    C. VALUTAZIONE
    D. TRATTAMENTO

1. PREMESSA E INTENTI

Il cyberbullismo è un fenomeno psicosociale dirompente su scala mondiale, in continua evoluzione, al quale conseguono esiti sulla salute psico-fisica per tutti gli individui coinvolti, di intensità tali da essere divenuto un problema di salute pubblica.

Ne deriva la necessità di promuovere azioni su più livelli in grado sia di contenere e gestire tale situazione di rischio per la salute di bambini ed adolescenti, che di prevenirla, coinvolgendo le istituzioni, le agenzie educative e le famiglie.

Il documento inquadra il fenomeno del cyberbullismo, mettendone in evidenza quelle peculiarità che ne rendono gli esiti sulla salute intensi e pervasivi, e delinea i principali elementi sui cui fondare gli interventi di prevenzione del fenomeno e presa in carico dei minori coinvolti.

Per garantirti un esperienza migliore del nostro sito web utilizziamo i cookie. Per maggiori dettagli o per gestire il consenso clicca qui.